VOLUME 27 - NUMBER 6-7 - 2006

Fistola retto-uretrale acquisita: a proposito di un caso


  • Iachetta R.P., Urciuoli P., Blasi S., Brunelli D., Degli Effetti E., D'Orazi V., Maturo A., Iavarone A., Custureri F.
  • Caso Clinico, 265-268
  • Full text PDF

  • Versione Italiana: Le fistole retto-uretrali costituiscono una rara complicanza della chirurgia urologica e proctologica, dei traumi, delle malattie di natura infiammatoria e dei trattamenti radioterapici dell’ adenocarcinoma prostatico e rappresentano una complessa sfida per il chirurgo. La chiusura della fistola raramente è spontanea; nella maggior parte dei casi richiede una riparazione chirurgica. Nessun approccio è unanimamente accettato, nonostante un secolo di esperienza in questo settore. Riportiamo un caso di fistola retto-uretrale in un paziente di 73 anni, già sottoposto a prostatectomia radicale per via retropubica ed a radioterapia esterna per adenocarcinoma prostatico, trattata con successo mediante approccio perineale.

    English version: Rectourethral fistulas are an uncommon complication of urinary or rectal surgery, trauma, inflammatory disease, radiation therapy for prostate cancer; they represent an unique challenge for the surgeon. Although closure can occure spontaneously, most cases of acquired rectourethral fistula need surgical repair. Despite a century of surgical experience, no single approach has been universally accepted. We report a case of a rectourethral fistula occurred in a 73–yearold man after a radical retropubic prostatectomy and external beam irradiation for prostate cancer, successfully treated with perineal approach.

  • KEY WORDS: Fistola rettale - Fistola urinaria - Chirurgia. Rectal fistula - Urinary fistula - Surgery.